Costruire un Tempio

Spazio Sacro

La parola tempio deriva dal verbo greco temno, tagliare. Costruire un tempio vuol dire ritagliare uno spazio da rendere sacro, un luogo dove la divinità possa manifestarsi, separato da tutto il resto, dal mondo profano della vita quotidiana. Ma come fare? Come costruire sulla terra una dimora che sia gradita a Dio e possa accogliere la sua presenza? L’architettura sacra si pone proprio questa domanda, per una esigenza sentita fin da tempi antichissimi.

È interessante constatare come tutti i luoghi sacri, da oriente a occidente, del passato e del presente, abbiano elementi comuni, segno evidente di una Tradizione tramandata con simboli e architetture in forte connessione con le forze invisibili del “mondo celeste”.

Dai Cromlech, gli antichissimi circoli di pietre (come quello di Stonehenge, che fungeva anche da osservatorio astronomico), al Tempio di Salomone (di cui ci sono giunte le misure esatte e le fasi costruttive), dagli altari nei boschi o nelle caverne, fino alle Cattedrali gotiche costruite con stupefacenti armonie, gli edifici sacri rispondono a delle caratteristiche geometriche e simboliche ben precise, testimoniando una Sapienza ricevuta e tramandata e mai dimenticata.

Bibliografia

Incontro tenuto presso la sede dell’Associazione Archeosofica di Pistoia l’11 dicembre 2021